Realizzato da Basileus comunicazione

Il Banditore

Pubblicato: Lunedì, 13 Dicembre 2021

 di Federica Pergola

Non perdete questo piccolo gioiello della letteratura americana, pubblicato in Italia per la prima volta, dalla Sperling & Kupfer, a cinquanta anni dalla sua pubblicazione.

L’autrice, Joan Samson - scrittrice, insegnante, editor presso la rivista Dedalus- fece appena in tempo a vedere pubblicato il suo romanzo, uscito nel 1976, poco prima della sua prematura scomparsa. “Capolavoro del brivido”, Il Banditore è anche una delle storie più amate da un autore come Stephen King, che di orrore e di mostri se ne intende.

Ma qui il mostro è un uomo piacevole, avvenente, un mostro della porta accanto, che incanta grazie alle sue facoltà affabulatorie; un pifferaio magico, che al principio affascina gli abitanti di Harlowe, una piccola comunità agricola del New Hampshire, grazie alle sue doti e al suo carattere di novità.

Con un fremito la folla si mise sull’attenti. Nel portico della vecchia casa dei Fawkes si stagliava il banditore. (...) Era snello e ben dritto. A dispetto della camicia rossa a quadri con il colletto slacciato, c’era nel suo portamento qualcosa di decisamente formale, che contrastava con l’aria indolente, di fine settimana in campagna, di coloro che lo stavano aspettando. Aveva dei bei lineamenti, vibranti, e la pelle brunita dal sole era scura quasi come i capelli. Restò immobile con le mani in tasca a guardare la folla…Il timbro profondo della voce acquisì spessore e lui si trasformò di fronte ai loro occhi in qualcuno che era nato, senza ombra di dubbio, per essere un banditore d’asta (…).Un’asta yankee dei tempi andati- stava dicendo Perly con una strana compostezza, e le parole volavano sulla folla come animate di vita propria- è il crocevia dell’America. Un’asta yankee dei tempi andati è dove il meglio del vecchio incontra il meglio del nuovo…”

In un mondo in cui l’esistenza è sempre uguale, fatta dalle incombenze dettate dalle esigenze della terra e delle bestie, in questa America primitiva che si perpetua nella semplice ripetizione, l’irrompere di questo arringatore di folle è un cambiamento prorompente, di una freschezza difficile da ignorare.

Ma il meccanismo che si innesca monta come un’onda e sarà difficile non farsi sommergere. Lo straniero, come un predicatore, comincia a indicare a quella gente semplice cosa è meglio fare, e (poi), in modo strisciante, cosa conviene loro fare, in un crescendo di minacce e ferocia. E il modo in cui la Samson mostra tutte le possibili reazioni umane di fronte ad un sopruso è straordinario. Tutti i personaggi si frantumano, sono costretti a un cambiamento drastico e drammatico. Tutti, per non perdere quello che hanno di più caro, finiscono con il perdere tutto.

L’orrore si insinua lentamente, in modo logico e con il consenso delle vittime. La storia, semplicemente, funziona alla perfezione” Newsweek.

Fino al concitato, frenetico, violento colpo di scena finale.

________

Il Banditore, di Joan Samson, traduzione di Christian Pastore, prefazione di Paola Barbato, Sperling &Kupfer, pp.282, €17.90

 

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Ass. Officinia Italia - Potenza

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy