Accordo compensazioni ambientali: Sondaggio EMG per regione Basilicata

Pubblicato: Martedì, 02 Agosto 2022

“L’accordo sulle compensazioni ambientali appena stipulato tra la Regione Basilicata e le compagnie petrolifere Shell e Eni è stato, in generale, molto gradito dalla popolazione lucana (quasi 8 lucani su 10 danno un giudizio positivo – 77%) che ne ha accolto i molti aspetti sempre in modo positivo (gradimento sempre al di sopra del 60%) in particolare:

- l’idea che ci sia la capacità di poter ridurre le bollette (81% giudizi positivi)

- il fatto che verranno destinati 200 milioni alle imprese del territorio (78% giudizi positivi)

- l’utilizzo di parte delle risorse per progetti 'no oil’ (77% giudizi positivi)

- che la Basilicata riceverà 1,3 miliardi in 10 anni dalle compagnie petrolifere (75% giudizi positivi)

- il maggior stanziamento di risorse rispetto al passato in favore della regione (74% giudizi positivi) e in minor misura che le compagnie petrolifere potranno estrarre in Basilicata per altri 10 anni (68%)

Tutto questo si traduce nel fatto che per ben 8 lucani su 10 questo accordo sarà fondamentale per i costi in bolletta: c’è l’idea infatti, per 4 lucani su 10, che le bollette diminuiranno e per altri 4 lucani su 10 che almeno i prezzi rimarranno invariati; quindi una valutazione decisamente positiva su quanto è stato fatto per la salvaguardia delle tasche dei cittadini lucani”.

Lo afferma in una nota Fabrizio Masia, Amministratore delegato di EMG, illustrando il sondaggio commissionato dall'ufficio stampa e comunicazione della Regione Basilicata.

Visualizza il Sondaggio in PDF 

 

Direttore Responsabile: Antonio Savino

Editore: Editgest s.r.l.

Direttore Editoriale: Luigi Triani

Telefono: 0971 1949636

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PubblicitàQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy