L’Academy fa l’impresa e passa sul campo della co-capolista Parete 90-78, staccandola di due punti in classifica e portandosi anche sul 2-0 negli scontri diretti. I rossoblù reagiscono ad un inizio da incubo (30-8 il vantaggio dei casertani ad inizio secondo quarto) causato anche dalle basse percentuali al tiro sia da fuori che dalla lunetta (11/22 alla fine), non mollano definitivamente la presa e cominciano a risalire la china col passare dei minuti. La pressione difensiva allungata a tutto campo ed un secondo quarto da 30 punti segnati permettono agli uomini di Miriello di chiudere sotto solo di sette il primo tempo (45-38). E’ la base per l’autentico show balistico che si materializza nel terzo quarto, quando con due bombe in fila di Marchetti, uno dei due ultimi arrivati, Potenza pareggia a 49 e poi mette per la prima volta il naso avanti con un libero di Esposito. Con la collaborazione di un ottimo Diaz – anch’egli all’esordio – e un Cagnacci ormai punto di riferimento dell’attacco, l’incredibile parziale si dilata fino al 22-0 (sarà 31-6 complessivamente nel terzo quarto), ancora con due canestri da oltre l’arco di Marchetti ed un’altra tripla di Esposito (49-65), mentre nella propria metà campo è soprattutto un gladiatorio Lorusso a comandare le operazioni. Che l’inerzia sia cambiata lo si percepisce nell’ultima azione del terzo parziale, quando con appena due secondi e mezzo ed una rimessa disegnata perfettamente a tutto campo, la palla arriva nella mani di Diaz che deposita il +18 (51-69). Sembra finita, ma l’encomiabile pubblico di casa ci crede e non smette mai di incitare i suoi beniamini, di certo non nuovi – anche nei precedenti proprio contro Potenza – a ribaltare partite apparentemente chiuse, complice anche un fisiologico calo di Cagnacci e compagni, dopo aver toccato il +20 (57-77 al 33’). E’ un ottimo Stivaletta a prendere per mano i suoi e trascinare anche i compagni più esperti, con il layup di De Rosa che porta il break fino a 13-0, con Parete a -5 (74-79) a tre minuti e mezzo dal termine. Iommelli e ancora Il play titolare casertano firmano il -4 (78-82), ma la difesa potentina si rimette a lavoro e due falli antisportivi vengono capitalizzati da Marchetti, prima che il canestro finale di Cagnacci per battere il pressing avversario permetta all’Academy di toccare quota 90 e brindare un successo fondamentale in questo finale di stagione. La squadra capitanata da Giuseppe Pace resta in vetta alla classifica solo con l’Antoniana ed ora riceve Barra, per prepararsi al meglio proprio allo scontro diretto di Sant’Antonio Abate in programma sabato 16 Marzo.

Academy Basket Parete – Academy Basket Potenza 78-90 (26-8; 45-38; 51-69)

Academy Basket Parete: De Rosa 14, Aiello, Nappo, Mormile 2, Mataluna, Iommelli 5, Gravina, Palma 22, Stivaletta 11, Anderlucci 5, Damjanovic 6, De Sena 13. All. Porfidia

Academy Basket Potenza: Marchetti 18, Pace ne, Lorusso 8, Labovic 2, Diaz 21, Lisica 2, Assui, Guglielmi ne, Cagnacci 22, Serra ne, Sansone 1, Esposito 16. All. Miriello

Arbitri: Petrillo e Petruzziello di Avellino