Sempre priva dei convalescenti Borioni, Pace, De Marca e Vece, una Academuy generosa e con soli nove elementi a referto (di cui tre under) lotta con tutte le sue forze e resta in partita fino al termine sull’inviolato parquet di Matese. Finisce 93-83 una sfida che i padroni di casa approcciano senz’altro meglio, grazie a due delle sei triple complessive di Daniele Tinto che costringono coach Miriello al timeout (18-6). I casertani dilatano il loro vantaggio fino a doppiare gli avversari (36-18 al 14’), ma i rossoblù non si danno per vinti e per merito di una difesa fattasi di colpo più aggressiva, risalgono gradualmente fino a portare lo svantaggio ai margini della doppia cifra alla pausa lunga: 46-36.

Non cambia il copione nemmeno nella terza frazione, quando Labovic e compagni, subìto un altro break, si rifiutano categoricamente di mollare la presa in anticipo, risalendo fino al -7 (72-65) con una tripla di Banin, al quale – però – viene successivamente comminato un fallo tecnico che ne decreta anzitempo la fine del suo match. Il margine resta praticamente inalterato fino all’ultimo giro di lancette (88-81 al 39’) con la Faam che nel finale può arrotondare il suo vantaggio, sancendo la decima vittoria stagionale. In questa maniera, complici le rispettive vittorie interne su Sant’Antimo e University, l’Academy viene nuovamente raggiunta in vetta alla graduatoria da Caiazzo e Parete, con i primi che saranno proprio i prossimi avversari – domenica alle 18 al PalaPergola – in un incontro d’altissima classifica.

Faam Matese – Academy Basket Potenza 93-83 (24-12; 47-36; 69-58)

Faam: Del Basso 4, Ciardiello, Tinto 27, Cioppa, Quaranta 15, Sasnauskas 19, Faris ne, Mainolfi ne, Buontempo 3, Gazzillo 15, Galantino 10. All. Macchione
Academy Basket: Banin 18, Quiattini, Lorusso 11, Labovic 20, Assui 11, Guglielmi ne, Cagnacci 15, Serra ne, Esposito 8. All. Miriello

Arbitri: Serino di San Nicola la Strada e Moriello di Marcianise