Gezziamoci 2023 ospita la formazione diretta da Ettore Fioravanti, che da quasi trent’anni accompagna le attività dell’associazione, unendo musicisti affermati e giovani professionisti, in produzioni inedite e originali

Sabato, 2 dicembre, alle ore 21, sul palco dell’auditorium di Casa Cava, la Piccola Orchestra Materana Onyx apre gli appuntamenti dell’ultimo mese del cartellone Gezziamoci Autumn 2023.

Nata da un progetto di formazione dedicato ai musicisti lucani e pugliesi, pubblicato negli anni ’90, la Piccola Orchestra Materana Onyx, già “Collettivo Onyx”, si è avvalsa, negli anni di stimolanti collaborazioni con alcuni dei nomi più rappresentativi del jazz italiano e internazionale: Joe Johnson, Paolo Fresu, Tino Tracanna, Roberto Cipelli, Attilio Zanchi, Bruno Tommaso, Ettore Fioravanti. Sono alcuni dei musicisti che hanno suonato con questo ensemble, che, per quasi trent’anni, ha navigato accanto all’associazione Onyx Jazz Club, collaborando attivamente per la realizzazione del progetto targato Onyx Suoni del Futuro Remoto durante la programmazione culturale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Dal 2020, il batterista, percussionista e compositore Ettore Fioravanti è il direttore di quella che oggi è la “Piccola Orchestra Materana Onyx”, una formazione che si avvale di un numero variabile da dieci a quindici musicisti, per realizzare produzioni musicali originali, condivise tra tutti i componenti, sotto la supervisione dello stesso Fioravanti. Sabato, 2 dicembre, saliranno sul palco: Ettore Fioravanti alla direzione, batteria e percussioni; Rossella Palagano, Marta Gadaleta alle voci; Kevin Grieco alla chitarra; Gianni Vancheri al clarinetto basso, chitarra; Biagio Orlandi, Pepi Romaniello, Giuseppe Lapiscopia, Mike Rubini ai sassofoni; Pino Melfi alla tromba; Nicola Pesce al trombone; Aldo Di Caterino al flauto; Pasquale Mega al pianoforte; Damiano Niglio al contrabbasso e basso elettrico; Pierdomenico Niglio live electronics e sintetizzatore. Per il concerto di sabato, la formazione suonerà circa quindici brani originali in cui il jazz incontra l’elettronica coinvolgendo musicisti di età diverse, comprese tra i 20 e i 60 anni, che insieme hanno scritto e prodotto la scaletta.

“Avere sul palco la Piccola Orchestra- spiega Kevin Grieco, condirettore artistico di Gezziamoci e chitarrista della formazione-è sempre un piacere, soprattutto perché riusciamo a riunirci in poche ma emozionanti occasioni. Suonare in questa formazione, che comprende musicisti affermati e giovani talenti lucani e pugliesi, è davvero una bella palestra creativa e un’occasione unica di confronto e crescita. Il concerto di sabato sarà per noi una piccola festa perché ci permetterà di riunire in qualche modo la grande famiglia Onyx che è fatta non solo da noi musicisti ma da tutti gli ascoltatori che seguono Gezziamoci e le nostre attività. Sarà un bel modo per entrare nel più festivo dei mesi dell’anno”.

Gli appuntamenti di dicembre Onyx continuano con il concerto sabato 16 dicembre nell’auditorium di Casa Cava, a Matera, di Rita Marcotulli in quartetto con Andy Sheppard, Michel Benita e Israel Varela.

ETTORE FIORAVANTI Diplomatosi in percussioni presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, dal 1975 collabora ed incide fra gli altri con G.L. Trovesi, G. Schiaffini, B. Tommaso, E. Colombo, P. Fresu, P. Bassini, D. Liebman, S. Lacy T. Oxley, E. Reijseger, K. Wheeler, J. Tcichai. Ha partecipato a numerosissimi festival nazionali ed internazionali. Attualmente suona stabilmente nel quintetto di Paolo Fresu, con i gruppi “Terre di Mezzo” e “Millenovecento”, ha diretto il gruppo titolato “Belcanto” (con cui ha suonato in tutta Italia, in Francia e Tunisia) e dirige il nuovo quartetto a proprio nome. La sua discografia comprende più di cinquanta titoli, di cui dieci a proprio nome. Ha tenuto corsi nei più qualificati Seminari italiani e non (Ravenna, Matera,Terni, Melbourne), fra i quali quello di Siena Jazz (dal 1990). È docente nei corsi di jazz nei Conservatori dal 1996: attualmente insegna al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma.