Alla luce della richiesta avanzata dalla Regione Basilicata in cui si fa riferimento alla perdita di competitività principalmente del settore automotive, che rappresenta uno dei comparti portanti del settore manifatturiero e dell’economia della Regione e quello nel quale si sono manifestate le più significative emergenze, anche in termini di rischio occupazionale, il Ministro dello sviluppo economico ha accertato le condizioni per il riconoscimento di crisi industriale complessa , per il territorio dei Sistemi Locali del Lavoro di Melfi e Potenza. È questo un risultato che definisco storico per la Regione Basilicata e per la sua economia.”

Così l’assessore allo sviluppo economico, lavoro e servizi alla comunità, Alessandro Galella.

“Per la realizzazione degli interventi per la riqualificazione e riconversione produttiva delle aziende della filiera automotive localizzate in regione Basilicata, verranno utilizzate le misure specifiche di cui al regime di aiuto della legge n. 181/1989, con l’impegno di 20 milioni di euro di risorse nazionali a valere sulle risorse del Fondo per la Crescita Sostenibile. Ma vi è l’impegno del Ministero delle Imprese e del made in Italy ad attivare le iniziative necessarie per l’individuazione di risorse finanziarie aggiuntive da destinare ad ulteriori programmi di investimenti strategici e sostenibili. Finalmente la vocazione dell’area di Melfi con il suo settore automotive e tutto l’indotto nelle zone limitrofe, vedono riconosciute l’attenzione che meritano. La conclusione positiva di questo percorso mi induce a ringraziare fortemente il governo Meloni e il Ministro delle imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, i nostri rappresentanti parlamentari lucani, e ovviamente il Presidente Bardi e l’intera Direzione generale per lo sviluppo economico della Basilicata per il prezioso lavoro svolto.”

Allegati