"Anziolitico"

Pubblicato: Domenica, 16 Ottobre 2016

di Pasquale Caputi

 

Un ansiolitico è proprio quello che servirebbe in questo momento per riportare un po’ di calma in un ambiente fin troppo agitato. Squadra, dirigenza e tifosi del Potenza hanno dimostrato in questa settimana e soprattutto in questa giornata che qualcosa deve cambiare, che è impossibile continuare un campionato con un gruppo di calciatori ridotto ai minimi termini e con una situazione societaria confusa e male organizzata, con notizie che si rincorrono una dietro l’altra, spesso contraddittorie e poco chiare sulla cessione della società.

L’interessamento di Gerardo Faruolo all’acquisto del Potenza Calcio ha tenuto banco in questi giorni ma sembra che, invece di portare serenità in casa rossoblu, abbia portato più scompiglio che altro, a tutti i livelli.

La partita vista oggi è certamente figlia di un momento di un caos interiore che pervade gli umori dei calciatori, dei tecnici, della società intera, roba da terapia psicoanalitica di gruppo.

Eppure la gara del Curcio inizia sotto i migliori auspici con due belle occasioni da parte del Potenza, al 10° con Forgione, il cui tiro viene deviato in corner, e al 25° con Apicella su cross del solito Forgione, ma la palla finisce fuori di poco.

Al 32° però arriva la più classica delle docce gelate. Bernadotto difende tenacemente in area rossoblu la palla fino a riuscire a girarsi e a calciare in porta, il tiro colpisce il braccio di Ungaro e l’arbitro fischia il rigore, trasformato da Ferrari.

Il Potenza va in crisi e non riesce più ad essere efficace in fase offensiva, dimostrando, in tutta la sua drammaticità, quanto sia difficile attaccare senza attaccanti.

Ma per fortuna c’è Forgione che in pieno recupero riesce a mettere in rete un cross di Todino, dopo averlo prima calciato sul palo.

La ripresa comincia esattamente come il primo tempo. E’ sempre il Potenza ad essere pericoloso e ad andare vicino alla segnatura con Esposito, ma è l’Anzio che va in gol al 12°. Ed è un gol che dimostra tutto lo stordimento dei ragazzi di Pirozzi che, su calcio d’angolo per i laziali, si dimenticano completamente di Pucino in mezzo all’area, che ringrazia e col piattone insacca la palla del 2 a 1.

L’Anzio potrebbe anche mettere la parola fine alla gara con il classico gol dell’ex. Al 32° Miocchi, sfruttando una rapida ripartenza, si trova a tu per tu con Sutalo ma calcia malamente fuori dallo specchio.

Il Potenza per fortuna ha 7 vite come i felini. E così, dopo essere andato vicino al gol con Lucchese su calcio d’angolo, riesce ad agguantare il pareggio a 8 minuti dalla fine sempre col solito Forgione, che oggi avrebbe meritato una statua (anche solo un mezzo busto).

Alla fine il Potenza porta a casa un punto che almeno le consente di non essere superato in classifica dalla Nocerina che l’appaia a quota 13 punti, mentre vede davanti non solo Gravina e Trastevere ma anche l’Hercolaneum vittorioso a Francavilla.

Ma alla fine della fiera non è questo pareggio o questa posizione in classifica a preoccupare, anzi, da un punto di vista prettamente sportivo la squadra ha dimostrato ancora una volta un gran carattere e una grande voglia di non mollare mai, ma è l’evidente inadeguatezza dell’organico, a livello numerico, che rende praticamente impossibile affrontare un campionato così lungo e difficile.

Nel dopo partita Vangone ha dichiarato di essere disposto a cedere la società e di aspettare l’offerta con assegni alla mano entro lunedì alle 12:00. Bisognerà aspettare ancora qualche ora per capire cosa ne sarà di questo Potenza, se saranno ancora V&V a portare avanti il loro progetto o se alla guida arriveranno volti nuovi e forze nuove.

Per adesso prendiamoci tutti un bel ansiolitico, rilassiamoci e aspettiamo di vedere quel che accadrà.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy