Realizzato da Basileus comunicazione

Tachicardia Rossoblu

Pubblicato: Giovedì, 21 Maggio 2015

di Pasquale Scarano

Ormai ci siamo abituati, le pulsazioni aumentano quando si ha la sensazione dell'immobilità del tempo, quando sembra che corrano solo gli avversari ed i “nostri “ sembrano paralizzati dalla voglia di vincere.

Le sensazioni tifoidee si accavallano, mentre in campo la storia del match racconta che le due formazioni sono scese in campo entrambe con un 3-5-2 all'insegna del controllo reciproco e con tentativi offensivi abortiti sul nascere dalla solide murate delle due rispettive difese, stile volley, compresi due calci di punizione calciati al vento da Zotti e Caraccio.
Unica casuale variante su palla inattiva, guarda caso, del Bisceglie che poteva costar caro al Potenza, la doppia traversa del centrale difensivo Gambuzza, al 20' del 1^ tempo, con Patania che fortunatamente si ritrovava il pallone tra le braccia, ed un goal annullato allo stesso Gambuzza per off-side Per il resto le due squadre si equivalevano controllandosi a vicenda in una partita estremamente tattica, dove la squadra di mister De Luca metteva in campo la propria duttilità nella condotta di gioco passando disinvoltamente, nelle varie fasi, dalla difesa a 3, con Lanzolla, Anaclerio e Gambuzza, allo schieramento a 4, con l'aggiunta di Marseglia sulla corsia mancina. Giacomarro utilizzava i soliti uomini nel pacchetto arretrato dove capitan Lolaico faceva sentire il suo peso anche in fase propulsiva, ben sostenuto da un attento Sicignano e da un inappuntabile Schettino, contro 2 brutti clienti come il prestante La Carra ed il funambolico Zotti. A centrocampo, invece, la regia di Cianni non era lucida come al solito e Vaccaro balbettava, entrambi in difficoltà contro Guadalupi e Logrieco, mentre il povero Viola era costretto ad un surmenage lavorativo contro il metodista D'Ancora. In attacco Caraccio era a disagio in posizione di centravanti e Di Senso cercava spazi che non trovava.
In realtà I nero-azzurri avrebbero dovuto cercare con maggior convinzione la vittoria, proprio nelle prima fasi di gioco, per indirizzare l'incontro a proprio favore.Dal canto loro, i rosso-blù non hanno rischiato nulla, cercando un difficoltoso possesso palla ed i momenti opportuni per tentare di capovolgere il gioco. Nel 2^ game qualcosa è cambiato nello spirito dei leoni che nel primo ¼ d'ora hanno accelerato il ritmo reclamando un calcio di rigore per tiro di Viola e mani in area di Marseglia; poi attacchi e contrattacchi da una parte e dall'altra, che portavano, intorno alla mezz'ora, il centravanti La Carra contrastato da un irriducibile Lolaico, a sprecare l'occasione della vita calciando debolmente tra le braccia di Patania.
Nel frattempo il Bisceglie, con l'ingresso di Patierno, un attaccante, al posto del centrocampista Lo Grieco, cambiava assetto mostrando un aggressivo 4-3-3, tentando di raggiungere il vantaggio, ma il Potenza si chiudeva in attesa dei supplementari, senza però rinunciare alle ripartenze con Caraccio in bella evidenza.La svolta del match, non appartiene al calcio giocato, ma alla tenuta nervosa dei due team; al 1' dei supplementari, infatti, Anaclerio si faceva ingenuamente espellere nel contendere un pallone uscito fuori campo al panchinaro Foscolo, anch'egli espulso, e spianava ai leoni la via maestra verso la vittoria. Eppure i nero-azzurri anche in 10 non mollavano con Patierno ed il solito La Carra che sfiorava per ben 2 volte il bersaglio pieno, colpendo di testa l'incrocio dei pali e mettendo a dura prova le coronarie del pubblico; poi, al 10' il guerriero ed ispiratore delle manovre ospiti D'Ancora, già ammonito, si faceva espellere, lasciando i compagni in 9.
Giacomarro approfittava dell'occasione gettando nella mischia Cecconi al posto di Barillari, un attaccante per un esterno, il quale metteva nella rete sguarnita un pallone servito da Di Senso e scaturito da una giocata dell'inarrestabile Viola. 1-0, dunque, con un po' di fortuna e qualche palpitazione di troppo e con la considerazione che, in assenza di Palumbo, indispensabile per la manovra dei leoni, sarebbe il caso di schierare un centravanti di ruolo, magari il giovane Cecconi, bravo a farsi trovare sempre pronto alle chiamate del tecnico rosso-blù.

Potenza - Bisceglie: 1 - 0

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy