Realizzato da Basileus comunicazione

Cameron o Ed Miliband

Pubblicato: Giovedì, 07 Maggio 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Il 7 maggio i britannici vanno alle urne per le elezioni legislative. Gli ultimi sondaggi elettorali confermano sostanzialmente il testa a testa tra conservatori e laburisti, mentre suggeriscono che nessun partito sarà in grado di ottenere una maggioranza assoluta e si profila l’ipotesi di un nuovo governo di coalizione. I programmi dei principali partiti in corsa alle elezioni e i punti di divergenza.

 

Partito conservatore - candidato David Cameron

Sanità
Aumento della spesa destinata al National health service (Nhs, il servizio sanitario nazionale) di otto miliardi all’anno entro il 2020.
Garanzia di accesso al servizio sanitario sette giorni su sette.

Unione europea
Ritiro del paese dalla Convenzione europea sui diritti umani e introduzione di una Dichiarazione dei diritti britannica.
Organizzazione di un referendum sulla permanenza nell’Unione europea entro il 2017.

Economia
Portare la soglia dei redditi non tassabili a 12.500 sterline.
Ridurre il tetto dei benefit e dei sussidi che si possono incassare da 24.000 a 23.000 sterline.

Immigrazione
Consentire l’immigrazione nel paese a un massimo di “qualche decina di migliaia” di persone.
Negoziare nuove norme con l’Unione europea in modo che gli immigrati possano accedere a sussidi e benefit solo dopo aver lavorato per un certo numero di anni nel paese.


Partito laburista - candidato Ed Miliband

Economia
Aumento del salario minimo a più di otto sterline l’ora entro l’ottobre del 2019.
Impegno a non aumentare le aliquote dell’iva, dell’imposta sul reddito o dei contributi per la previdenza sociale.
Abolizione dello status di non dom, ovvero residente non domiciliato, usato da migliaia di persone che abitano nel Regno Unito per non pagare le tasse su beni e guadagni ottenuti all’estero.
Mettere fine ai contratti a zero ore, che saranno trasformati in contratti regolari.
Riduzione delle rette universitarie a un massimo di seimila sterline l’anno.
Lotta contro l’evasione fiscale.

Sanità
Investimento di 2,5 miliardi di sterline più dei conservatori per garantire l’assunzione di 8mila medici di base, 20mila infermiere e 3mila ostetriche.
Garanzia di prenotare appuntamenti con il medico di base entro 48 ore ed esami per tumori entro una settimana.
Abrogare il piano di privatizzazione del sistema sanitario nazionale (Nhs) previsto dal governo e mettere un tetto sui guadagni delle imprese private sui contratti del sistema sanitario.

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy