Realizzato da Basileus comunicazione

Terrorismo africano

Pubblicato: Sabato, 04 Aprile 2015

di Antonio Savino
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Dopo l’attentato dei terroristi di Al Shabaab all’università di Garissa, in cui sono morte almeno 147 persone, il ministro dell’interno keniano Joseph Nkaiserry ha dichiarato che “il governo non si farà intimidire dai terroristi”.

La mattina del 2 aprile un gruppo di uomini armati ha attaccato il campus di Garissa, nell’omonimo stato, prendendo in ostaggio centinaia di studenti con l’obiettivo di uccidere “coloro che sono contro Al Shabaab”. Giovedì sera nella città di Garissa e in tre località della zona è stato imposto il coprifuoco. Quello di Garissa è uno dei peggiori attacchi terroristici nel paese dopo quello del centro commerciale Westgate di Nairobi nel 2013 in cui rimasero uccise 67 persone, e il bombardamento dell’ambasciata statunitense da parte di Al Qaeda a Nairobi nel 1998 in cui furono uccise 213 persone. Mercoledì 1 aprile, qualche ora prima dell’attacco, il presidente Uhuru Kenyatta aveva dichiarato che il Kenya “è sicuro come ogni altro paese del mondo”. Il governo però è sotto accusa per aver trascurato il problema della sicurezza all’università di Garissa. La città era stata completamente militarizzata dopo essere stata colpita da due attentati mortali nel 2013, ma il campus era protetto da due sole guardie, che sono state uccise dai terroristi prima di entrare nel complesso.

 

 

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy