Covid19. I Governi regionali e nazionale ormai "navigano" a vista.

Pubblicato: Domenica, 05 Aprile 2020

di Luigi Pistone

In questi giorni di emergenza mi sono posto una domanda: come mai allo "Spallanzani" si muore di meno, mentre al "San Carlo" si entra da vivi e si esce in una cassa? Non voglio addossare colpe al personale del nosocomio potentino che sicuramente lavora con grande dedizione e massima professionalità, ma la domanda è legittima e non penso che sia solo mia.

Che qualcosa non funzioni nel sistema è sicuro! In ogni caso se ci sono responsabilità o inadempienze auspico che intervenga al più presto la magistratura e non le annunciate inchieste regionali (ma mi facciano il piacere, avrebbe detto il principe della risata). La morte di Antonio è un esempio di malasanità, non dobbiamo nascondercelo. E il direttore generale Barresi, ha dimostrato di non avere le capacità di dirigere un importante ospedale che in passato era un centro di eccellenza. In secondo luogo Il presidente della Regione, Bardi, non ha le competenze per fare il commissario per fronteggiare tale emergenza, come del resto non le ha nemmeno l'assessore Leone (a tal proposito consiglio di ascoltare il suo intervento in aula, datato 27 febbraio 2020, quando considera il virus alla stregua di una normale influenza. E dire che a parlare è un medico. Nell'occasione addirittura se la prende con i medici di famiglia che, a suo dire, gettano nel cestino le brochure inviate, e non fanno il proprio dovere). Assessore ma lei ci fa o ci è? Lei s'informi come fanno i medici di famiglia a fronteggiare mille patologie, leggendo approfondimenti scientifici su riviste specializzate, prima di lanciare accuse. Lei lo fa o il suo è semplice "flatus vocis"? A mio modesto avviso siete inadeguati a gestire l'emergenza per questo occorre un commissario straordinario con comprovate esperienze sanitarie e manageriali e che abbia pieni poteri altrimenti è il caso che facciate le valigie e torniate nelle vostre case a fare una comoda e tranquilla vita familiare o professionale, ma di certo non al San Carlo, per quanto riguarda Barresi, e Leone alla Regione. Per l'ex generale Bardi non ci sono problemi. è pensionato quindi si goda il frutto dei suoi sacrifici fatti nella GdF.
Seconda questione di non poco conto: i famosi "tamponi" da far effettuare alla popolazione lucana. E dire che siamo forse poco più di 560mila abitanti, insomma alla stregua di un quartiere di Napoli. Il costo se è davvero esorbitante allora occorre una riflessione alla quale qualcuno ha già dato una risposta.
Dopo la crisi per il coronavirus, e traendo una lezione da quanto successo, bisognerà cominciare a pensare se sia il caso di far tornare in capo allo Stato centrale competenze come la sanità. A sostenerlo è il vicesegretario del Pd Andrea Orlando. «Un discorso di sistema da fare con calma dopo», riflette Orlando rimarcando l'importanza del sistema sanitario nazionale. Perché, osserva, «a seconda della qualità del sistema regionale che trovi, rischi di avere una speranza di vita differenziata». Io sono convinto, invece, visto le incapacità dell'attuale governo regionale lucano e non è il solo, che la questione vada risolta adesso e non dopo. Va rivisto tutto. Lo Stato deve "scendere in campo" ora e in maniera tempestiva e assicurare a tutti il diritto alla salute, come sancito dalla Costituzione, altrimenti è necessario che anche il governo centrale faccia le valigie e se ne vada a casa.

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy