L’unica soluzione in discussione è quella proposta dal Sindaco De Luca

Pubblicato: Domenica, 08 Febbraio 2015

di Aurelio Pace (Popolari per l’Italia Capogruppo regionale Popolari per l’Italia)  

Potenza, 8 febbraio 2015. La città capoluogo di Regione vive da tempo una situazione di profonda difficoltà dettata da una triplice evidenza: il disallineamento dei conti dell’ente, la confusa mission del Comune Capoluogo di Regione e la debolezza dei partiti che sulla città dimostrano incapacità di proporre soluzioni concrete per il rilancio di Potenza.

Possiamo discutere molto sulla proposta che stamane il Sindaco Dario De Luca ha offerto ai capigruppo ed ai consiglieri comunali ma, allo stato, è l’unica ipotesi sul tavolo del dibattito, nonostante mesi di richieste di apertura di una fase di responsabilità congiunta e diffusa nell’amministrazione della città. L’unica proposta che affronta i temi vivi, urgenti e non procrastinabili che i cittadini di Potenza vivono e subiscono. Dario De Luca si è assunto l’onere di una soluzione, operazione fallita dai partiti, conseguente alla sua azione di rappresentanza degli interessi e dei problemi della città.

Questo atto di coraggio è da noi condiviso ed approvato ed invitiamo le altre forze politiche ad esprimersi doverosamente su una proposta che, nel metodo e nel merito, i capigruppo avevano compartecipato quale superamento dello stallo a cui la politica dei rinvii ha condannato la crisi cittadina.

Serve una maggioranza ampia a sostegno di una azione di risanamento difficile e non indolore per servizi, lavoratori e cittadini della città. L’alternativa è tornare dai cittadini e rimetterci al loro giudizio. Un voto che consegnerebbe la città ad una dolorosa fase commissariale.

Dario De Luca ci consegna una nuova pagina di responsabilità che i partiti hanno il dovere di raccogliere emendando, dove necessario, nomi e geometrie politiche. Il dato che conta è sostenere, nel tempo utile e non solo nel chiacchiericcio del palazzo, l’azione risanatrice che il Sindaco ha avviato. Noi siamo con Dario perché Dario è con la citta. Capiremo a breve con chi stanno i partiti della città.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy