Potenza: “E ce ne andiamo in serie C”!

Pubblicato: Domenica, 06 Maggio 2018

Quelli che il ca…cio, di Tony Pezzotta

Il calcialingo ha finito di soffrire. Il suo Potenza è in paradiso. Con la vittoria per 3-1 sul Taranto, domenica scorsa, i rossoblu hanno conseguito la promozione in serie C. Lo spettacolo, però, non è finito. Oggi gli uomini di Ragno affrontano a Canosa, in campo neutro, l’ultima della classe. Poi ci sarà la poule scudetto di serie D, per dare corpo ad una stagione memorabile e straordinaria.

Il pantofolaio per calcio ci ha pensato, trascorrendo notti insonni. Il Potenza, quest’anno, ha strabiliato tutti: per determinazione, forza fisica e mentale, qualità del gioco, ampiezza della rosa che ha garantito cambi e innesti tutti azzeccatissimi da parte del mister pugliese. I numeri sono stati la forza di questa autentica corazzata. Miglior attacco, migliore difesa. Su tutte le argomentazioni, però, l’amico tifoso pensa al presidente Caiata e al gruppo dirigente che ha affiancato il “Salvatore” potentino in questa cavalcata vincente. E’ stata la vittoria del progetto, dell’idea che ha avuto il potere di ricacciare alle spalle quasi un decennio di umiliazioni e di spettacoli indecenti, dentro e fuori dal terreno di gioco. Ora, sembra quasi di vivere un sogno. Fa fatica, infatti, il recluso per calcio, a rendersi conto di quanto sia accaduto. Vorrebbe, infatti, scendere a festeggiare, calcare l’erba del Viviani. Il suo è quasi un voto, un fioretto che ha deciso di sciogliere, solo in caso di ritorno in serie B. Il calcialingo, infatti, anche in serie C, continuerà a godersi i rossoblu dal suo terrazzo in viale Marconi. La mente, il pensiero e il cuore, dunque, sempre con il leone ma, a distanza. La gara di oggi non ha quasi senso. Lo ha solo nella misura in cui il Potenza deve chiudere degnamente una stagione fantastica. Il Molfetta, dal canto suo, scende in campo con un manipolo di giovani. Sono tanti i supporters rossoblu giunti a Canosa per sostenere i propri beniamini, quasi in una festa senza fine.

La gara non dice molto se non una traversa colpita da Di Senso, al 11’. 14’, da Guadalupi a Franca, alto sopra la traversa. Ancora Franca per Coccia, tentativo di penetrazione in area sventato dalla difesa. Occasione per il Molfetta. Ci riprova Coccia, tre minuti dopo, ma è impreciso nella conclusione. Al 21’ Di Senso per Franca, il quale serve Diop che buca la rete del Molfetta. Al 26’ è ancora il Potenza a spingere e a tentare il raddoppio con Russo. E’ il 27’, azione manovrata dei potentini con Guadalupi che serve Franca, da questi a Di Senso che non restituisce la palla al brasiliano e conclude vedendo ribattuta la sua conclusione. E’ un tiro al bersaglio. Al 28’ è Franca a sparare il pallone portiere in uscita. Al 33’ è Manno a concludere a rete, para il portiere dei pugliesi. Sul finire di tempo c’è un doppio passo di Carlos Franca con tiro in porta, di sinistro: parato. Poi, ancora Franca e, poi, Ungaro, raddoppio ancora mancato di poco. Termina la prima frazione di gioco con il Potenza in vantaggio di un gol.

Ad inizio di ripresa al 55’ Coccia conclude violentemente in porta, sfiorando di poco la rete. Minuto 59’, un’altra occasione per Guadalupi che sfuma, di poco, a lato. Al 63’ sostituzione per i leoncini: esce Manno entra Garofalo. Sulla prima occasione, al 73’, arriva il pari del Molfetta ad opera di Schirizzi. Mister Ragno corre ai ripari: entra Guaita al posto di Di Senso. All’ 85’ Franca manca clamorosamente la conclusione a porta spalancata. Ultimi scampoli di gioco, oltre il 90’. Il Potenza non vince, ma chiude meritatamente al primo posto con 81 punti, cinque lunghezze sopra la Cavese. Il calcialingo è contento, comunque: “Siamo in serie C, tutto il resto non conta”.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy