Il Potenza la fa Franca…

Pubblicato: Domenica, 18 Febbraio 2018

Quelli che il ca…cio di Tony Pezzotta


E’ pensieroso il calcialingo. Dall’alto della sua postazione guarda oltre l’orizzonte. Ci sono le montagne a separare il suo Potenza dalla Puglia. La trasferta di Cerignola costituisce un duro banco di prova per i rossoblu lanciatissimi verso la promozione.

“Sette punti –esordisce l’amico tifoso- sono un buon bottino. Però, i dauni, vincendo questo confronto, avrebbero una ghiotta opportunità per rientrare in gioco”. Parole sante, direbbe qualcuno, che suonano come un’infausta profezia quando, al 12’, il Cerignola passa in vantaggio con S. Russo. I padroni di casa sembrano concentrati e, soprattutto, molto abbottonati in difesa e solidi a centrocampo. Il Potenza si riorganizza. Mister Ragno cambia disposizione e passa dal 3-5-2 al 4-4-2, con Siclari che passa ad affiancare Franca e Pepe che va a sinistra ad assistere le due punte rossoblu. La prima frazione di gioco termina con la capolista sotto di un gol. In questo frangente il recluso per calcio ne approfitta per affogare pensieri e dispiaceri in un tiramisù opportunamente preparato dalla sua dolce metà. Inizia la ripresa ma, i potentini, sembrano ancora negli spogliatoi. Al 5’ gli uomini del presidente Caiata si salvano.

C’è una ripartenza velocissima dei padroni di casa con Marinaro che s’invola dalla sua area e serve Carannante, il quale conclude su Breza in uscita, ma il tiro non centra la porta. Tre minuti più tardi: altra azione pericolosa del Cerignola che preme sull’acceleratore alla ricerca del colpo da ko. E’ Longo a rendersi pericoloso. Al 13’ è Pepe a sfruttare male un calcio di punizione. Potenza in attacco. Al 17’ Franca viene trattenuto in area, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pepe. Proteste del brasiliano all’indirizzo del direttore di gara, il signor Di Graci di Como. I gialloblu foggiani dominano a centrocampo, dove il Potenza non riesce a sfondare.

E’ il 25’ e Ragno opera un cambio che si rivelerà decisivo: esce Esposito ed entra Guadalupi. Al 27’ Di Somma che interviene in ritardo sull’avversario, l’arbitro fischia e il calciatore potentino protesta e viene ammonito. Altro cambio per i rossoblu, al 29’: esce Pepe entra Coccia. “L’uomo della provvidenza -esclama il calcialingo- chissà che non ci regali il pareggio”! E’ il minuto 33, Coccia serve al centro Franca che si gira e, con il sinistro, calcia in porta. Maraolo, il giovane portiere del Cerignola, compie il miracolo! Il pari, però, è nell’aria.

Il bomber carioca, infatti, si ripete al 45’ e chiude il discorso Cerignola. Un pareggio che riduce il danno, considerata la concomitante e rotonda vittoria esterna, della Cavese, a San Severo. I leoni, ora, hanno cinque punti di vantaggio sui campani. L’amico tifoso conclude laconico la sua domenica sportiva: “Dal Monterisi, prima sospiri e, poi, sorrisi”!  

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy