Non riesce lo scacco alla regina

Pubblicato: Mercoledì, 18 Febbraio 2015

di Pasquale Scarano
Nel gioco di mosse e contromosse della scacchiera calcistica, il Brindisi le ha provate tutte per dare scacco alla regina del campionato; gli adriatici, dopo una prima fase di studio, condivisa anche dagli avversari, con un abile movimento di strategia scacchistica hanno colpito, intorno alla mezz'ora del primo tempo, con il solito Molinari, ritornato solitario capo-cannoniere con 16 goal.

Gli azzurri di Favarin hanno incassato il colpo e mantenuto il self control nella bolgia del Fanuzzi, portando in avanti le torri, i cavalieri ed i propri alfieri, giostrando con schemi efficaci e lucido agonismo. Così il fromboliere Moscelli minacciava più volte la porta di Cilli, colpendo anche una traversa ed ispirando le azioni più pericolose, senza però cogliere il successo; toccava, invece, a Lattanzio, autore di un clamoroso errore sottorete a 10” dal termine, metterla dentro in piena zona recupero, pareggiando in tal modo le sorti dell'incontro.

Le speranze del Potenza, quindi, già sfumate al termine del triplo pareggio con il Pomigliano, sono state ulteriormente ridimensionate dalla palese supremazia degli azzurri, capaci di gestire anche lo svantaggio con il piglio degli invincibili. I rosso-blù, infatti, al prossimo impegno dovranno far visita proprio ai bianco-azzurri di Castellucci che, dopo la sconfitta di Taranto ed il pareggio interno con gli andriesi, hanno un disperata necessità di vincere, per non esser buttati fuori dalla zona play-off. Un impegno terribile al Fanuzzi, per i leoni, che probabilmente, con un sospiro di sollievo,rimetteranno in campo Sicignano, elemento indispensabile per la regia difensiva.
Ma l'aspetto difensivo non è il solo da registrare nell'assetto dei potentini, che potrebbero accentuare l'atteggiamento offensivo, inserendo il fantasista Caraccio a sostegno delle punte, tenuto conto delle amnesie gestionali della squadra e del fatto che sarà un match da giocare a viso aperto.Per ciò che concerne il Taranto, solitario in 3° posizione dopo il successo con il Brindisi, dovrà recarsi in quel di Scafati, per un testa-coda pieno d'incognite, visto che gli uomini di Amura sono stati corsari sul campo del Manfredonia ( 1- 2 ) e poi incapaci di vincere contro un Grottaglie vivace e battagliero. Le speranze degli jonici sono affidate alle capacità balistiche del duo Genchi ( 15 reti) e Gabrielloni che vivono sicuramente un momento di grazia.
Altre due protagoniste delle alte sfere, pur con risultati altanelanti, sono Cavese e Bisceglie appaiate al 4° posto, uscite da un confronto che ha visto prevalere i campani; la prima dovrà vedersela in esterno con i vallesi della Gelbison,terrificanti in casa ed incostanti fuori: I nero-azzurri di De Luca ospiteranno l'ultima della classe, rappresentata dagli eredi della vecchia Puteoli ( Pozzuoli ), reduci dalla vittoria con il Francavilla di Lazic. A proposito del tecnico serbo, il presidente Cupparo tende a dare fiducia, ma fino a quando? Sembra che sia risolutivo il prossimo match casalingo con il Manfredonia.

Brindisi - Andria: 1 - 1

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy