La serie D al microscopio - 20^ giornata

Pubblicato: Lunedì, 30 Novembre -0001

...Urge un Potenza più offensivo

di Pasquale Scarano

Il monologo degli azzurri continua ad essere un canovaccio antico della vecchia commedia dell'arte, ma sempre nuovo per le sceneggiature e gli interpreti che interagiscono nel teatro futbolistico del “ Degli Ulivi” di Andria.

Non ci sono ruoli importanti che i “visitors” possono impersonare nella tana della Fidelis; questa volta il ruolo di comprimario è toccato al dimesso Pomigliano; la squadra campana ha fatto il massimo, il goal della bandiera, contro un'Andria sorniona, narcisista, ma anche tremendamente cinica nel colpire l'avversario. Eppure, nonostante 3 assenze pesanti, quali quelle di Moscelli,Lattanzio e l'inossidabile Oliveira, i pugliesi hanno giocato sul velluto, con la consapevolezza dei forti, chiudendo i giochi nei primi 10 minuti del match.

Alle spalle degli uomini di Faverin, compito ingrato quello dei lucani, un Potenza che riesce a tenere il passo della prima, ma soffrendo fino alla fine per aver ragione dei “ canarini “ della Scafatese. Giacomarro, viste le difficoltà offensive della squadra, con sapienza tattica ha rimescolato i giochi, proponendo uno schieramento più offensivo che ha assicurato il successo ai rosso-blù. Un 3-3-4 targato Brasile dei tempi andati, che ha velocizzato la circolazione della palla mettendo in crisi l'avversario ed ha consentito di raggiungere il vantaggio. Dopo il goal una rimodulazione del sistema di gioco con un interessante e prudente 3-4-3. Queste trasformazioni inducono ad ipotizzare , oltre il 3-5-2, anche un assetto di gioco spiccatamente più offensivo, con l'inserimento del puntero Caraccio in pianta stabile. Il ragionamento sul potenziamento in avanti, nasce dal dato statistico; i rosso-blù possono vantare la 3° difesa del campionato con 19 reti subite, mentre per l'attacco occupano la 5° posizione con 29 goal realizzati; anche dalla costatazione che ormai i leoni sono capaci di cambiare in corsa la partita. Insomma, per intenderci, quando si profileranno trasferte come quelle di Andria, Taranto, Brindisi e Gallipoli, potrebbe essere lecito rischiare qualcosa in più, proprio perchè i potentini hanno acquisito notevole duttilità tattica.

Scorrendo la classifica i terzi incomodi sono Bisceglie, Taranto e Brindisi collocati a 6 punti dai leoni, ma, mentre il Bisceglie viaggia a ritroso dimostrando di non avere continuità, infatti ne becca 2 a Manfredonia, e il Taranto si affida alla guida del nuovo tecnico Battistini ed alle zampate risolutive di Genchi per aver ragione di un ostico Francavilla,il Brindisi và come un treno, espugna il “ D'Amuri “ di Grottaglie e colleziona la 7° vittoria negli ultimi 8 incontri. Così la squadra più in forma del momento cercherà, nella prossima giornata, di far la festa proprio agli azzurri di Faverin.

Sarà una giornata campale quella dell'8 febbraio, che vedrà i nero-azzurri di capitan Zotti, confrontarsi con gli Jonici di Genchi, mentre il Potenza dovrà vedersela, nel derby lucano, con quelli del Francavilla, arrabbiati neri per aver fatto tremare il Taranto in inferiorità numerica, sfiorando il pareggio all'ultimo respiro. Insomma una giornata thriller.Per quanto concerne le sabbie mobili della classifica, da sottolineare l'impresa del San Severo che ha liquidato la Cavese di Agovino, e l'Arzanese capace di conquistare un punto a Gallipoli, mentre sono sconfitte. Grottaglie, Pomigliano e Scafatese

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy