“Quando devi pagare il prezzo, lo paghi”

Pubblicato: Lunedì, 20 Febbraio 2017

di Federica Pergola

Philip Roth

In una Newark bollente dell’estate del 1944, mentre i suoi amici sono al fronte, Bucky Cantor, dichiarato inabile a causa di un difetto di vista, combatte la sua guerra in un campo giochi, dove fa l’animatore. I ragazzini lo adorano. Ammirano il suo corpo scultoreo, la sua forza muscolare, la sua potenza atletica, la sua gentilezza – e la sua tenacia. La calma con cui li protegge da attacchi esterni, siano essi dei ragazzi di altri quartieri che vogliono attaccar briga – o la ben più pericolosa epidemia di poliomelite, che comincia a colpire soprattutto i bambini.

In un clima che diventa sempre più rovente (sia per la temperatura esterna, sia per l’aggravarsi della diffusione del morbo e, di conseguenza, del panico che l’accompagna: sarà l’aria? sarà l’acqua? la sporcizia? la saliva? i diversi?: gli italiani, l’idiota del quartiere…?) Mr Cantor -come viene chiamato- si farà confidente, amico, fratello, pacificatore, alleato dei ragazzi e delle loro famiglie, che consola come può. Anche quando non è possibile farlo.

Impossibile credere che Alan giacesse in quella disadorna, pallida cassa di pino solo perché si era preso una malattia estiva. La cassa da cui non esiste una via di fuga. La cassa in cui un dodicenne resta per sempre un dodicenne. Trascorrono milioni di anni, e lui ne ha ancora dodici”.

La vita, però, ha strade tortuose. Mr Cantor fa una scelta che cambierà l’intera sua esistenza. E, da allora, non si lascia scampo.

Di nuovo alle prese con un mito infranto, Roth racconta la lotta e la caduta di un semplice ragazzo ebreo dall’inflessibile senso del dovere; educato dal nonno a “pagare il prezzo che la vita chiede”.

Ci sono autori dal tocco lieve, che commuovono facendo tremare le cime degli alberi. Roth ha un pugno di ferro che squarcia il petto e una mano che stringe il cuore fino a farlo sanguinare.

______________

Philip Roth, Nemesi, Einaudi, pp. 183, €13,00

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy