L’ottava edizione di Fruit Exhibition

Pubblicato: Venerdì, 27 Marzo 2020

L’evento ai Magazzini Romagnoli e al MAMbo di Bologna

MDL

Giovanna Silva, Emanuele Trevi, Ontani a Bali, Humboldt Books, 2016 

Dal 29 al 31 maggio 2020 si terrà a Bologna l’ottava edizione di Fruit Exhibition, il festival e market internazionale dell’editoria d’arte indipendente. Quest’anno Fruit Exhibition non solo cambia location ma la raddoppia, dividendosi tra i Magazzini Romagnoli (Via Emilio Zago 3), dove avranno luogo il market e il programma di talk e workshop, e il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (Via Don Minzoni 14) che ospiterà la mostra dedicata all’editoria di viaggio a cura di REPLICA, l’archivio italiano del libro d'artista.

Nicola Pecoraro, Emilio Prini, La Tombe Des Hommes-Scorpiones, NERO Editions, Rome, 2011. Ph. Studio Abbruzzese

 

Il market internazionale presenterà una selezione tra i migliori micro editori d’arte, self-publisher, graphic designer, illustratori e artisti, case editrici di grafica contemporanea, magazine, etichette musicali, stampatori artigianali. Il pubblico potrà toccare con mano prodotti difficili da reperire nei grandi circuiti di distribuzione, risultato di una ricerca libera e sperimentale sia nei formati che nelle scelte editoriali: un universo estremamente sfaccettato che abbraccia le pubblicazioni cartacee ma anche le espressioni digitali come il videogioco, il video e la realtà aumentata.

 

Alterazioni Video, Fosbury Architecture, INCOMPIUTO, la nascita di uno stile : the bit of a style, Humboldt Books, 2018

 

Quest’anno il market comprende anche una sezione dedicata all’editoria sociale che presenta il lavoro di case editrici indipendenti e gruppi informali impegnati in analisi, inchieste e pratiche politiche. Nel bookshop di Fruit Exhibition proseguono anche le sezioni Let's Queer!, dedicata al caleidoscopico scenario delle identità sessuali e di genere, e Fashion Documents, territorio dove editoria e moda s’incontrano.

 

Point.51 Magazine

Fruit Exhibition, che nelle tre giornate della scorsa edizione ha attirato un pubblico di oltre 6.000 visitatori, propone come ogni anno anche un programma di talk con relatori di rilevanza consolidata e giovani emergenti, e di workshop che trattano vari aspetti dell'autopubblicazione cartacea e digitale e offrono occasioni professionalizzanti, per chi è già esperto, o sperimentali per chi si sta avvicinando a questo mondo.

 

Fruit BookShop, 2019

 

L’edizione 2020 di Fruit Exhibition ospita due nuovi focus: Editoria di viaggio e Urban visual culture. Il primo focus, in collaborazione con REPLICA, l’archivio italiano del libro d'artista indaga l’Editoria di viaggio nata nell’ultima decade. Narrazioni ed esperienze di itinerari, racconti visivi che combinano poesia e informazione spesso raccontati dal punto di vista artistico dello scrittore, del fotografo, del designer. Un pretesto/contesto per parlare anche di arte, di moda, di design e di cultura urbana, attraverso un public program composto da un talk giornaliero, una mostra ospitata dal MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e una sezione del bookshop dedicata.

 

Fruit market, 2019

Gli appuntamenti giornalieri del public program hanno lo scopo di porre in dialogo editori, artisti ed esperti che porteranno le proprie riflessioni ed esperienze progettuali sul tema del viaggio, della cartografia e geografia, mettendone in luce le questioni socio-culturali, politiche e ambientaliste.

 

Vagabondi Efficaci, curated by Costanza Candeloro and designed by Emilie Ferrat, 2019. Ph. Studio Abbruzzese

 

Il secondo focus sulla urban visual culture parte dalla strada come luogo di libertà per eccellenza, dove i muri rappresentano la quintessenza dell'autopubblicazione. Dai muri e dalle strade scaturisce una cultura visiva che oggi attraversa un momento di deflagrazione e di riversamento in una dimensione mainstream; una versione commerciale e pop della cultura urbana nella quale emerge anche un nuovo spazio di autorappresentazione del corpo e dell'immaginario femminile, rappresentato dalla community delle skate girls: un momento di rinnovamento delle nuove istanze femministe che si presenta con un'estetica gioiosa e patinata senza più necessità di confronto con la controparte maschile. Un'indipendenza di pensiero e creatività sfavillanti e personalissime, dagli accostamenti audaci che abbandonano le strutture codificate delle battaglie di genere.

Fruit Exhibition è un progetto di Crudo con il sostegno del Comune di Bologna e Regione Emilia Romagna.

 

Tatoo Fruit 2019

 

 

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy