Un horror sui generis: Imscared

Pubblicato: Giovedì, 07 Aprile 2016

di Paolo Savino

Di giochi indie particolari ne sono usciti parecchi ma uno davvero interessante è stato sviluppato interamente da un italiano: il gioco in questione è Imscared.

Il gioco è essensialmente un survival horror in prima persona con una grafica molto pixelosa e poco realistica, una formula poco vista nel mondo dei videogiochi.

La vera forza, però, di questo titolo sta nella rottura della quarta parete che sin dal primo secondo di gioco ci ritroveremo.

Il gioco ci mette subito in guardia con una scritta inquietate dicendo che la scelta della lingua sarà irreversibile e il gioco stesso ci dirà che non voleva che noi iniziassimo a giocare.

In pratica il gioco è come se avesse infettato il nostro pc e l'unico modo per liberarcene è finire il gioco con l'aiuto di una persona che in caso di bisogno creerà dei file .txt in una cartella del desktop per giudarci in enigmi che senza il suo aiuto sarebbero impossibili da risolvere.

Altre trovate geniali come quelle di riavviare il pc o modificare file del gioco per risolvere degli enigmi rende questo gioco col passare dei minuti sempre più geniale.

A questo si unisce un'ambientazione degna di un incubo avuto dopo una maratona di film horror che cambia in base a come ci muoviamo.

La cosa geniale è che in base a come ci comportiamo e soprattutto a come decideremo di concludere il gioco compariranno altri file e delle immagini nella famosa cartella sul desktop.

Il sonoro anche fa la sua bellissima figura dato che è sempre azzeccato alla situazione che ci troveremo di fronte.

Più di questo di Imscared non si può dire perchè è un gioco che va provato in prima persona per capirne davvero l'arte e la genialità dell'autore che è in grado di sorprenderci con cose che non verrebbero mai in mente a nessuno.

Grazie Ivan per questa insolita esperienza per un gioco horror.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy