Digimon Adventure Tri: mini-recensione

Pubblicato: Domenica, 29 Novembre 2015

di Paolo Savino

Prima immagine rilasciata della nuova serie dei Digimon

Sono passati 18 anni dall'uscita in Giappone e quasi 15 anni per l'arrivo in Italia dei Digimon.

Arrivati da noi come cartone animato, il franchise dei Digimon nasce originariamente come una variante “maschile” del tamagochi dove bisognava accudire una creatura che non era propriamente un animale dato che aveva la capacità di evolversi se lo accudivi bene e poteva combattere con gli altri V-Pet (ancora la parola Digimon non era stata coniata) delle altre persone.

In Giappone il V-Pet ebbe un successo spaventoso perciò la Toei Animation decise di farci di creare, a mio avviso, uno dei migliori anime (cartoni animati tipici giapponesi) di sempre: i Digimon appunto.

Con sei serie animate, una decina di manga (i fumetti tipici giapponesi), una ventina di videogiochi, giocattoli, gadget e così via il franchise dei Digimon è diventato talmente popolare da competere con il rivale storico dei Pokémon.

Se in Italia l'interesse per i Digimon si è fermato nel 2004 con l'uscita di Digimon Frontier dato che la serie successiva Digimon Xros waras (fusion battle in italiano) è uscita solo nel 2012, in Giappone i Digimon probabilmente sono amati e conosciuti quanto i Pokémon.

Sono passati quindi 11 anni da quando la passione collettiva per i Digimon in Italia si è andata via via spegnendo quando quasi un anno fa (agosto 2014) è stato annunciato una nuova serie dei Digimon con protagonisti i personaggi della prima serie che tutto il mondo ha amato e seguito: Digimon Adventure Tri.

Con l'aiuto di internet la notizia si è diffusa in un lampo e tutti gli appassionati di Digimon o anche chi li ha visti solo una volta non aspettava altro che vedere questa nuova serie sottotitolata in italiano il prima possibile.

Le mosse della Toei sono state davvero ben oculate dato che hanno detto che la serie sarebbe uscita nella primavera del 2015 mentre proprio ad aprile è stato annunciato che la serie sarebbe stata divisa in 6 film da un'ora e mezza e che il primo (dal titolo “Riunione”) sarebbe uscito in Giappone il 21 novembre 2015.

Da quel lontano 14 aprile sembra essere passato un giorno dato che il film è già usicto e disponibile in rete sottotitolato in tutte le lingue di questo mondo.

Praticamente tutta la community della rete di Digimon e non ha visto il film e tutti quanti abbiamo detto la stessa cosa: siamo diventati bambini per un'ora e mezza, di nuovo.

E' stato fantastico rivedere Tai, Matt, Sora, Izzy, Mimi e Joe (TK e Kairi non erano citati dalla sigla italiana, poveri) diciottenni e pronti ad affrontare il proprio futuro quando la solita emergenza del mondo digitale chiama loro al dovere.

Lo stile delle prime serie è stato ripreso in pieno in questo film dato che tutti i personaggi hanno il loro carattere, i loro dubbi, le loro paure ed è proprio la caratterizzazione dei personaggi e i rapporti con i Digimon dei ragazzi che ci fa immedesimare in loro.

Il film nonostante sia stato acclamato come capolavoro proprio perchè molto atteso e comunque all'atezza delle aspettative, presenta comunque dei difetti come delle parti un po' lente all'inizio e una colonna sonora fantastica ma in alcuni punti forse non azzeccata ma soprattutto un po' tutti siamo rimasti delusi dal fatto che Omegamon (Omnimon per noi italiani) non presentava una animazione personale per la sua evoluzione così come è accaduto per gli altri Digimon.

Come ho detto prima è un film da vedere se si è visto almeno una volta i Digimon nella vita e si vuole vedere un bel film dato che di recente i film ben fatti con una regia simile sono molto rari e tutti noi attendiamo con ansia il secondo film della serie “Determinazione” la cui uscita sarà il 12 marzo 2016 nelle sale giapponesi

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy