Vuoto a Perdere

Pubblicato: Giovedì, 08 Dicembre 2016

di Pasquale Scarano

In uno stadio desolatamente vuoto, un Potenza desolatamente solo, orfano dei suoi supporters, scivolava lentamente verso l'ennesima sconfitta, desolatamente affranto nell'espressione più immediata da cogliere sui volti dei suoi protagonisti.

Il k.o. Con il Nardò ha il sigillo nel senso dell'abbandono che la squadra di Biagioni ha sicuramente patito durante le fasi dei 90', ma anche nella distanza che oggi sussiste tra squadra e società. Ennesima sconfitta, dunque, eppure nel fare i conti finali in termini di palle-goal il Potenza, nel primo game ne ha avute almeno 4, contro 2 dell'avversario, ma tutto questo non è stato sufficiente per aggiudicarsi l'incontro.

Partita tatticamente complicata, dove gli uomini di mister Foglia Manzillo giostravano con un 3-5-2 piuttosto ecclettico, dove Benvenga, Camisa e Morello costituivano il nucleo difensivo; a centrocampo Oretti, l'ex di turno orchestrava il gioco, sostenuto da Carrozzo e Versienti, mentre Meleleo e Palmisano attaccavano le fasce, scambiando spesso zona del campo da destra alla corsia mancina.

Il Potenza doveva fare di necessità virtù, schierando un 4-4-2 con Ungaro e Guarino centrali di difesa, Pettinelli e Proietti terzini, Esposito, D'Allocco, Claps e Lucchese nel mezzo, con Forgione finto centravanti a sostegno dei movimenti di Todino. Nei primi minuti di gioco i neretini attaccavano a tutto spiano sorprendendo i potentini con Meleleo che sfiorava il palo e con Versienti che dal limite calciava sciaguratamente alto.

Poi il match s'addormentava, perchè il Potenza aveva preso le misure all'avversario ed al 26° il giovane Claps s'incuneava in area e sbagliava inopinatamente un goal fatto.Dopo qualche minuto la pressione dei leoni si faceva più consistente e Todino costringeva il portiere Petrachi alla deviazione in angolo con un tiro insidioso. Ancora i rosso-blù all'attacco e D'Allocco intercettava tra i difensori e scagliava una conclusione micidiale che Petrachi riusciva a parare. I granata cercavano di reagire con Patierno e Giovanni entrambi murati dalla difesa rosso-blù ma, ancora Claps al 42° da un assist di Esposito colpiva di testa in maniera approssimativa mangiandosi la seconda occasione-goal dell'incontro. Così, la prima frazione di gioco terminava con il risultato in bianco. Nonostante l'handicap dell'assenza di un vero centravanti il Potenza non aveva affatto demeritato, anzi. Ma nella 2° parte del match i granata ripartivano all'attacco ed al 13°, dopo un fortunato rimpallo Patierno la metteva dentro per il vantaggio degli ospiti.

I neretini ne approfittavano per addormentare la partita chiudendo gli spazi attraverso l'arretramento degli esterni di centrocampo, il che costringeva i leoni a giocarsela sui palloni alti e sui cross, per lo più preda dei colossi della difesa granata. Nonostante le difficoltà i leoni riuscivano comunque a rendersi pericolosi intorno alla mezz'ora con Claps che sfiorava clamorosamente la traversa e poi con Forgione che da pessimo attaccante la tirava da 1 metro addosso al portiere.Finiva in tal modo un match che gli uomini di Oberdan Biagioni, nonostante tutte le difficoltà di organico, avrebbero addirittura potuto vincere, tenuto conto che dopo 2 partite, l'impostazione di gioco di mister Biagioni comincia ad intravedersi.Magra consolazione, per chi quest'oggi ha provato una stretta al cuore dopo aver vissuto il vuoto della desolazione.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy