Capitan Potenza!

Pubblicato: Domenica, 08 Ottobre 2017

di Pasquale Caputi


Sesta vittoria consecutiva per il Potenza che in casa della Frattese deve sudare otto camicie per portare a casa i tre punti. Due pali nel primo tempo e poi due volte in svantaggio nella ripresa, riesce prima a raddrizzarla con Siclari e poi a dare la zampata finale in pieno recupero grazie a una magia di capitan Esposito.

Eppure sulla carta la partita di oggi sembrava quasi una “passeggiata” per i ragazzi di mister Ragno, scesi a Mugnano per incontrare la Frattese, ostica sì ma certamente non in grado di impensierire il caterpillar rossoblu.

Infatti la gara scivola via abbastanza pigramente sul piccolo campo campano, con gli ospiti a fare la partita e gli uomini di casa a difendersi con ordine e a cercare qualche ripartenza ma senza impensierire la retroguardia lucana.

Bisogna così aspettare 23 minuti per vedere la prima vera occasione della gara. Su un calcio d’angolo Di Somma di testa colpisce in pieno la traversa, strozzando in gola il grido di gioia delle centinaia di tifosi potentini arrivati in massa in terra campana.

Al 34° il Potenza si ripete. Questa volta è Panico a centrare con un tiro di prima intenzione il palo alla destra di Pardo. La pressione del Potenza è costante, la Frattese continua la sua azione di disturbo ma si limita a contenere senza mai arrivare dalle parti di Breza.

Il primo tempo si chiude con una fiammata di Guaita che, lanciato da Esposito, mette in mezzo un cross molto pericoloso che la difesa campana chiude in angolo.

Nella ripresa mister Chiaiese si gioca la carta Roghi per tentare di mettere un po’ più di pressione alla retroguardia rossoblu. La mossa è più che azzeccata, infatti dopo un gran tiro di Berardino deviato in angolo da Pardo, la Frattese passa al 10°. Di Somma non intercetta un lancio per Signorelli e così l'attaccante nero-stellato controlla di petto e in girata trafigge Breza.

Il Potenza accusa il colpo e i padroni di casa sfiorano il raddoppio al 17°. Un’incursione sulla fascia sinistra del Potenza, lasciata colpevolmente scoperta, porta Roghi in posizione ottima per calciare ma, leggermente sbilanciato, tira su Breza.

Al 21° il Potenza reagisce. Recupero di una palla a centrocampo dell’onnipresente Diop che serve Guaita. Il cross viene colpito di testa da Siclari ma la sfera viene deviata in calcio d’angolo.

Al 24° Chiaiese decide di inserire il difensore Viola e di togliere Roghi entrato all'inizio del secondo tempo. L’attaccante non la prende bene e pochi minuti dopo viene espulso dalla panchina su segnalazione del guardalinee, probabilmente per intemperanze (che tradotto significa: una sequela di "maleparole" verso l’allenatore, la terna abitrale e la Terna Celeste)

Al 28° l’arbitro fischia un rigore per il Potenza per atterramento di Siclari. Ci vogliono 3 minuti di proteste e l’esplusione del frattese Odierna, prima che lo specialista Franca riesca a batterlo e a portare in parità la sua squadra.

A questo punto Ragno cerca di chiuderla inserendo in campo Shisciano e Di Senso al posto Biancola e Diop, ma è la Frattese, pur in dieci uomini, ad andare vicino al gol con Signorelli prima e Adamo poi nel giro di due minuti, in entrambe le occasioni Breza riesce a parare.

Ma quello che succede negli ultimi cinque giri di lancette è da vero finale thriller. Al 40° la Frattese si porta sul 2 a 1, questa volta con Trofo che servito da Signorelli batte in diagonale un incolpevole Breza.

Passano soli tre minuti e il Potenza pareggia. Panico difende con i denti un pallone e lo serve ad Esposito che pennella per la testa di Siclari che con un pallonetto beffardo insacca alle spalle di Pardo: 2 a 2.

Ma il capitano non ha ancora finito di pennellare. Al 46°: calcio di punizione per i rossoblu in posizione defilatissima sulla fascia sinistra. Esposito si incarica della battuta. Tutti si aspettano una palla messa in mezzo per la testa di qualche lungagnone, anche perché, poco prima, sempre Esposito e sempre su punizione ma da una posizione molto più agevole, aveva rischiato di rompere una finestra al quarto piano di un palazzo nel centro di Murano. Invece, come nei fumetti di supereroi Marvel dove il colpo decisivo arriva proprio quanto tutto sembra perduto, dai suoi piedi parte un tiro con una traiettoria disegnata al computer che va a infilare la palla all’incrocio dei pali opposto al punto di battuta. Uno dei gol più belli visti fino ad oggi.

Qualcuno urla che non è Frattese – Potenza ma Brasile – Italia dell’82. E proprio come quella partita viene annullato anche il quarto gol all’Italia, pardon, al Potenza per fuorigioco di Siclari.

Dopo 6 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine mentre sugli spalti è un tripudio di bandiere rossoblu, con una tifoseria in festa per i suoi supereroi e per il suo straordinario capitano!

 

La foto di Esposito è tratta dalla pagina Facebook di Tonino Mancino

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy