Il Potenza "suona la campana"

Pubblicato: Domenica, 17 Settembre 2017

di Pasquale Caputi

Terza vittoria, terza “campana” battuta o “suonata”, se preferite. Dopo Cavese e Gragnano, tocca alla Turris subire i colpi del Potenza.

Eppure la squadra di Carannante non ha demeritato, e la sconfitta per due reti a zero sembra essere davvero molto dura da mandar giù, visto soprattutto come è arrivata: due gol negli ultimi scampoli di gara, uno al 90° col solito Coccia e l’altro al 95° con Siclari. Potremmo dire che il calcio è bello per questo, ma è una frase che vale solo per chi vince.

Quella tra Turris e Potenza è una bella partita, intensa, con tanti capovolgimenti di fronte che rendono la gara viva e vibrante. Entrambe le squadre scendono in campo per cercare di vincerla e il Potenza si trova di fronte una formazione tosta, ben messa in campo, pericolosissima sulla corsia di destra col il duo Improta – Longobardi e decisa a non dare vita facile ai lucani. Già all’11° proprio Improta supera in velocità Sicignano, entra in area e tira un diagonale che fa la barba al palo.

Il Potenza reagisce. Al 14°: Di Senso impatta di testa un cross perfetto di Diop ma la palla finisce alta sulla traversa. Al 24° ancora Di Senso calcia verso la porta difesa da Testa, ma il portiere devia in calcio d’angolo.

Col passare dei minuti la pressione della Turris aumenta. Sull’asse Improta – Longobardi nascono tutte le azioni pericolose della squadra campana. Al 41°: Improta si esibisce in una bella girata ma il tiro viene neutralizzato da un Breza in forma strepitosa.

Due minuti dopo è Longobardi a mettere i brividi ai potentini con un tiro deviato in caldo d’angolo.

Il primo tempo finisce qui e si va a bere un tè freddo viste le temperature estive di Torre del Greco.

Il secondo tempo comincia all’insegna del color corallo. Dopo appena quattro minuti Breza compie un capolavoro su un tiro pericolosissimo di Borriello che si ripete cinque minuti dopo, ma la palla sorvola la traversa.

All’56°: prima sostituzione nelle fila del Potenza, mister Ragno manda in campo Pepe al posto di Di Senso, ma sono ancora i padroni di casa ad andare vicinissimi al gol con Improta che, a tu per tu con Breza, si fa ipnotizzare dal portiere rossoblu e il tiro viene parato.

Passa appena un minuto e Siclari di testa spedisce al lato un pallone che sembrava impossibile da sbagliare. Si rimane così sullo zero a zero.

Al 38°: escono Diop e Biancola sostituiti da Berardino e Lionetti. Ragno cerca di cambiare volto alla squadra e anche alla partita che ormai sembra avviarsi inesorabilmente alla conclusione con un pareggio, ma con questo Potenza mai dire mai.
Al 90°: azione in verticale del Potenza, taglio perfetto di Coccia che servito in area batte il portiere Testa gettando nello sconforto i tifosi corallini e facendo esplodere di gioia i tifosi rossoblu, gioia che si trasforma in tripudio quando, in contropiede, Esposito lancia Siclari che entra in aerea e insacca il gol del definitivo 2 a 0.

Il Potenza è squadra che da un punto di vista sportivo possiamo definire cinica, al limite dello spietato. In una gara difficile, con momenti di grande sofferenza difensiva, riesce comunque a mantenere la lucidità, la compostezza e realizzare due reti quando ormai non ci credeva più nessuno. Caratteristiche queste che ritroviamo nelle squadre forti, quelle che ci provano sempre, che sanno di essere competitive e decise ad arrivare fino in fondo. Sette gol realizzati e zero subiti. Un tempo si diceva che i campionati li vincono le squadre che hanno il portiere che para e l’attaccante che segna, quest’anno sembra che il Potenza ce l’abbia tutti e due.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy