Il secondo tragico Pirozzi

Pubblicato: Domenica, 09 Ottobre 2016

 di Pasquale Caputi

Seconda sconfitta esterna per Pirozzi & C. a conclusione di una settimana segnata da polemiche, addii, mancati allenamenti e mala organizzazione. Con queste premesse la domenica dei rossoblu comincia male e finisce anche peggio, dopo novanta minuti tra buon gioco e amnesie collettive, su un campo pesante e scivoloso.

A Nocera è venuta a mancare la determinazione, il carattere e il cinismo che avevano contraddistinto il Potenza nelle ultime due gare casalinghe.

Dopo appena tre minuti minuti i lucani sono già in svantaggio. Guarino atterra Girardi in area. Per l’arbitro è fallo, per D’Allocco è solo una patetica sceneggiata dell’attaccante campano, alla fine la spunta l’arbitro che ammonisce il centrocampista lucano e assegna il rigore. Girardi s’incarica del tiro e non sbaglia.

Ma il Potenza non è squadra che accetta i soprusi e così reagisce. Già al 9° va vicino al pareggio con un quasi autogol di Girardi che colpisce maldestramente di testa nel tentativo di liberare l’area e finisce per sfiorare la traversa della propria porta.

Passano appena 4 minuti ed è Villa a mancare un gol clamoroso mandando fuori un pallone servitogli su un piatto d’argento da Apicella.

Come dicono quelli bravi, il gol è nell’aria e quelli bravi hanno sempre ragione. Infatti al 20°: percussione centrale del Potenza, palla da Villa ad Apicella che prova il tiro ma la sfera viene ribattuta dalla difesa sui piedi di Pepe che non si fa pregare e insacca il gol del pareggio.

Il Potenza sembra essere rinato e la Nocerina messa alle corde. Ma alla mezz’ora una tegola di quelle pesanti si abbatte sui rossoblu, Pepe cade male dopo uno stacco di testa e si infortuna tanto da non poter riprendere il gioco. Al suo posto Pirozzi butta nella mischia Todino.

Come si dice in questi casi: il molosso morde sempre il poveretto, e così, al 44°, quando ormai tutti pensavano al tè caldo gentilmente offerto dal comitato organizzatore, Ungaro rinvia malamente regalando il pallone ad Alvino che ringrazia e fa partire un cross che scavalca Sutalo e per Girardi, appostato come un falco sul secondo palo, è un gioco da ragazzi infilare di testa il gol del 2 a 1.

Nella ripresa chi si aspetta un Potenza più risoluto ed incisivo viene tristemente deluso. Anzi, sono i nocerini a sfiorare in più occasioni la terza rete, sfruttando spesso ripartenze causate da errori in fase di possesso palla dei rossoblu.

5° minuto: Alvino supera Pettinelli e calcia sul primo palo ma sbaglia la mira.

Al 12°: errore difensivo del Potenza ma Sutalo riesce a rimediare.

Pirozzi si gioca la carta Forgione, facendolo entrare al 14° al posto di Lucchese, ma niente da fare, sono ancora i molossi a rendersi pericolosi. Al 25° è Papini con un gran tiro a sbagliare di poco il bersaglio.

Infine, al 40°, sfruttando un errore in fase di attacco dei lucani, la Nocerina parte in contropiede: il solito Papini dà una palla a Nohman su cui c'è scritto "basta spingere", ma, per fortuna del Potenza, l’attaccante rossonero la spinge sul fondo.

Per finire in bellezza, Villa al 43° dà una manata a Pomante e l’arbitro lo manda anzitempo negli spogliatoi.

La partita finisce così. 2 a 1 per la Nocerina e il Potenza, anche se rimane aggrappato al terzo posto, comincia a sentire il fiato sul collo delle inseguitrici e vede allontanarsi un Gravina vittorioso ad Agropoli.

Per Pirozzi ci sarà tanto da lavorare, tra i black-out societari, le difficoltà logistiche e l'organico che si assottiglia, ma si sa, si è nati per soffrire e dalle nostre parti la sofferenza è di casa.

Murales

Comics

TerradiBasilicata TV

 
Terra di Basilicata - Dir. Resp. Antonio Savino - Aut. Trib. Potenza 357/08 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Policy & Privacy